22 Settembre 2020
[]
A.S.D. Capanne Calcio
SITO UFFICIALE
News

Fuori quota, novità in Toscana

14-07-2018 14:11 - News prima squadra
keyboard_arrow_left keyboard_arrow_right
Come preannunciato nei mesi scorsi dalla Figc-Lnd, l´impiego obbligatorio di giovani calciatori, i cosiddetti "fuori-quota", nelle categorie dilettanti subisce importanti cambiamenti. Se la prescrizione della federazione nazionale era quella di impiegare due giovani calciatori in Eccellenza e Promozione, equiparando invece Prima e Seconda alla Terza Categoria, dove non vige alcun vincolo, il comitato regionale Lnd toscano ha ben visto di avvalersi dell´autonomia riconosciuta da Roma per la definizione di tali regole nei campionati intraregionali.
Nella stagione 2018-19 in Eccellenza e Promozione toscane le società continueranno a far scendere in campo almeno tre giovani calciatori, stavolta delle classi 1998, 1999 e 2000.
Nei sei gironi di Prima Categoria toscana invece ogni squadra dovrà schierare almeno due giocatori nati dopo il 1° gennaio 1997. Rispetto al passato, quindi, ogni squadra di Prima sarà libera di schierare un giovane in meno.
La novità più grande riguarda senza dubbio la Seconda Categoria, per la quale a Firenze si è deciso di non apportare modifiche alla regola di massima stabilita da Roma. Nei dodici gironi toscani di Seconda infatti non sarà più obbligatorio schierare alcun giovane calciatore, quando invece nella passata stagione ad esempio non si poteva prescindere dal far giocare un nato nel 1995 e un nato nel 1996. A dirla tutta, neanche giovanissimi.
Ben più delle cinque sostituzioni introdotte nei dilettanti a partire dalla scorsa stagione, sotto certi aspetti si tratta comunque di una svolta "epocale" per la Seconda toscana, che arriva da molti anni a questa parte dove direttori sportivi e allenatori avevano ormai "fatto il callo" a costruire le rose sulla scorta di un regolamento il più delle volte non graditissimo, che almeno per cinque-sei giocatori condizionava l´allestimento della squadra. Quali sono gli effetti di questa norma che, almeno per il momento, va in pensione? Il maggior vantaggio è certamente per le società che non hanno vivaio, libere di poter fare le proprie scelte senza alcuna limitazione di sorta. In altre parole, almeno in Seconda, non si vedrà più come spesso accade il ruolo del portiere legato a doppio filo con quello del fuori-quota, e il rapporto tra titolari e riserve potrà essere sicuramente meno rigido del passato. Molto più difficile, invece, dire se sarà il gioco a trarne giovamento, piuttosto che l´agonismo. Molto più facile che cresca l´età media delle rose. L´unica cosa certa è la nuova tranquillità di allenatori e dirigenti nelle scelte tecniche e nella compilazione delle liste.



Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio